Babolat AeroPro Drive GT 2013

  •  4 stelle / 1 recensione

  • Prezzo a partire da:   Al momento non disponibile

  • Racchetta adatta ai picchiatori moderni che sanno alternare alla botta piatta dei colpi con grande rotazione che aiutano ad aprirsi il campo.
    Ottima in fase di spinta, aiuta anche nei recuperi, mentre la sensibilità non è il massimo (anche se migliorata rispetto alle versioni precedenti).
    Un telaio rivolto più dai picchiatori che ai giocatori dallo stile classico.

  • › Visualizza la descrizione completa

Descrizione completa

La Babolat AeroPro Drive GT è la racchetta utilizzata da Nadal e Tsonga nel 2013.


L’utilizzo di un materiale ibrido composto di grafite e tungsteno permette una miglior solidità all'impatto e un maggior controllo e precisione nei colpi.
Il peso contenuto (300 grammi non incordata) la rende molto manovrabile e gli steli appiattiti consentono una maggior aerodinamicità: a goderne sono soprattutto le rotazioni.
L'ovale da 100 pollici e lo schema di incordatura da 16x19 permettono un'uscita di palla rapida che si adatta ai picchiatori da fondo che amano le rotazioni.
A livello costruttivo, è stato migliorato il feeling all'impatto (Active Cortex).


Rispetto alla versione precedente i cambiamenti sono minimi.
E' migliorata la sensibilità all’impatto e ridotte le vibrazioni per un maggior comfort.


Come riportato precedentemente la AeroPro Drive GT ha un telaio da 300 grammi più le corde con bilanciamento verso la testa ideale per ottenere una notevole attitudine alla spinta.
L’impatto è bello secco, sensazione accentuata dagli steli appiattiti.
L'ovale è sempre un 100 pollici con profilo variabile fino a 26 millimetri con uno schema di incordatura aperto per facilitare spinta e rotazioni.


Il back è splendido, ben accompagnato e adevolato dalla maggior sensibilità; il top spin è come sempre molto "spinto" se il braccio fa il suo dovere.
Pensata per chi ama accentuare le rotazioni, gli steli appiattiti da un lato permettono una maggior penetrazione nell’aria, dall’altro rendono più rigido il telaio.
Per questo si adatta meglio quando si comanda il gioco piuttosto che nella fase difensiva.


Il servizio è notevole, sia nella prima piatta sia con la seconda in kick o slice.
A rete si perde qualcosa come è normale con questo tipo di telaio, rispetto agli stampi più tradizionali.


In conclusione è una racchetta adatta ai picchiatori moderni che sanno alternare alla botta piatta dei colpi con grande rotazione che aiutano ad aprirsi il campo. Ottima in fase di spinta, aiuta anche nei recuperi, mentre la sensibilità non è il massimo (anche se migliorata rispetto alle versioni precedenti).


Un telaio rivolto più dai picchiatori che ai giocatori dallo stile classico.

Recensioni

David Mondini
David Mondini


- 4 stelle su 5

Alla fine ci sono cascato anche io...dopo anni a denigrare i telai Babolat ho provato la Aeropro drive 2013, un po' per curiosita' un po' per le varie recensioni positive lette sul web. Devo dire che la racchetta mi ha piacevolmente colpito...buona potenza e buon controllo senza troppo vibrazioni. Prende le rotazioni in maniera fantastica facendomi trovare angoli che con altri telai non riuscivo a trovare. Anche la classica palla piatta esce bene dal piatto corde. A rete si dimistra abbastanza solida ed anche il servizio esce bene (sia la piatta che in particolar il kick). Per il mio gioco forse sarebbe da customizzare un po' mettendo del peso sulla testa. Non e' di certo una racchetta per "bracci fini" ed e' comunque un telaio bello tosto considerando l'alto livello di rigidita'...sono dovuto difatti scendere a 20kg coi mono per sentire meglio la palla. Perdona molto...anche i colpi decentrati escono bene dal piatto corde.

Traduttore

Scheda tecnica

Ovale 100 sq. in.
Lunghezza 68.58 cm
Peso incordata 320 g
Bilanciamento 4pts HL
Materiali Grafite/ Tungsteno
Livello potenza Medio
Schema corde 16 Verticali / 19 Orizzontali; Fori condivisi: 8T 8H
Spessore telaio 23.0 / 24.0 / 26.0 mm / mm / mm
Inerzia 316 mm
Rigidità 69
Tensione corde 25 - 29
Volee ad box