Volee.it https://img.volee.it/assets/www/volee-new-logo.png
Scarpe Mizuno Wave Exceed Tour 2: il nostro test Mizuno,Mizuno Wave Exceed Tour 2,Scarpe,Test,Recensione,Prova
  • mercoledì 13 giugno 2018
  • Test Materiali
Scarpe Mizuno Wave Exceed Tour 2: il nostro test

La casa giapponese Mizuno è un punto saldo per quanto riguarda le calzature nel settore runnig e da un paio d’anni, sta investendo ricerca e capitali, per essere un punto fermo anche tra i tennisti.

In questa recensione parleremo del test che ho effettuato su uno dei loro modelli di punta, la Wave Exceed Tour 2, evoluzione della loro prima serie al rientro nel mondo del tennis la Wave Tour.

Secondo me al momento uno dei miglior rapporto qualità prezzo in commercio, visto che si trova ormai in promo dai 69 ai 75 euro, un prezzo bassissimo per una scarpa di questa qualità.

TECNOLOGIE UTILIZZATE

PownCE: intersuola che riduce il peso della scarpa rispetto alla versione precedente e ne migliora il sistema di ammortizzazione. Questo rende la scarpa più veloce senza perdere in stabilità e comfort.

X10: mescola di gomma al carbonio, migliora la durata e l’aderenza della suola, creata direttamente dalla ricerca Mizuno.

SR TOUCH: è la mescola leggera, reattiva e super ammortizzante di Mizuno. Assicura anche un ritorno di energia senza precedenti

D FLEX GROOVE: un tipo di scanalatura al centro della scarpa che permette movimenti veloci e cambi di rotazione rapidi, senza problemi ed in modo naturale.

3D-SOLID: gestisce la calzata e la stabilità del piede durante i cambi di direzione, rendendo il tutto estremamente confortevole.

BATTISTRADA: disponibile in due varianti, AC= all court ( per tutte le superfici ) e CC=clay ( ideale per terra ).

PESO: 325 gr

COLORAZIONI

Migliorata la scelta anche in questo ambito.

Disponibile non più solo in blu, con questa versione Mizuno aggiorna anche le varianti colori.

La nuova serie è disponibile dalla colarazione arancio con logo nero e battistrada nero e arancio al blu notte con logo bianco e battistrada giallo fluo. La troviamo anche in rosso con inserti giallo fluo e una versione multicolore e varianti in bianco.

Davvero si potrà accontentare ogni gusto ed esigenza.

PROVA IN CAMPO

Per chi come me ha una pianta del piede molto larga, grazie alle sue imbottiture e ad una calzata ampia, si ha subito un’estrema sensazione di comfort e stabilità.

Ne approfitto, visto che parliamo di questa caratteristica, per consigliarvi al momento dell’acquisto di provare un mezzo numero in meno rispetto a quello che prendete di solito perché come molte calzature nate in Giappone ha una calzata più ampia rispetto ad altre.

Altro fattore che mi ha stupito in positivo è l’immediatezza con cui si entra in sintonia con essa.

Da subito mi ha dato l’impressione di utilizzarla da sempre e non mi ha dato nessun tipo di problema e di fastidio, cosa abbastanza normale e che può succedere spesso, praticamente il piede in tempo zero si adatta alla scarpa e viceversa.

Altro punto molto importante è l’ottima solidità della scarpa e la sensazione di stabilità che da, un senso di solidità e robusta ma mai ingombrante.

La scarpa resta solida anche nei cambi di direzioni più veloci e improvvisi e non da mai la sensazione di perdere il controllo del movimento, oltre ad avere un peso contenuto di 325gr e una sensazione di gran leggerezza nei movimenti più dinamici.

Un mix stabilità, velocità, robustezza davvero dosato a livelli altissimi ed un comfort al Top.

Anche la conchiglia ed il sistema di ammortizzazione è stato migliorato e reso più stabile, cosa che si nota soprattutto nei salti e al momento del ritorno del tallone sul suolo.

Non si ha mai la sensazione ne di essere spinti da una forza superiore, come avere delle molle sotto i piedi o di atterrare in modo brutale sulla superficie  e il tallone ringrazia.

Migliorata anche la durata del battistrada, grazie alle nuove mescole, la scarpa dura davvero a lungo.

Io stesso l’ho provata per oltre un mese e messa sotto stress sia in palestra, su terra rossa e su cemento, per un totale di 60 ore e le condizioni sono ancora in buono stato.

Mizuno in pratica riporta quello che che è la sua grandissima esperienza nel ambito running a noi tennisti.

In fine consiglierei questa scarpa al giocatore che ha una pianta larga e che cerca una scarpa confortevole e completa che da sia prestazione che una calzata comoda. Al giocatore che cerca subito confidenza con la propria calzatura e che odia riabituarsi al cambio scarpa e a chi cerca velocità e stabilità con pochi compromessi.

SOCIAL

Per chi volesse seguirmi sui social mi trovate su Youtube con le video recensioni al mio canale "La vetrina del Tennis by Isidoro".
Su instagram come Isidoro_tennisblogger.
Su facebook alla pagina Volee, Isidoro Tennis Blogger, La vetrina del Tennis.


comments powered by Disqus