Volee.it https://img.volee.it/assets/www/volee-new-logo.png
Come scegliere l'incordatura della racchetta da tennis Corde,Incordatura,Racchette,Monofilamento,Multifilamento,Ibrido,Budello,Guida per l'acquisto
  • giovedì 23 gennaio 2014
  • Articoli Tecnici
Come scegliere l'incordatura della racchetta da tennis

Se la scelta della racchetta risulta essere fondamentale, altrettanto importante è capire che tipo di incordatura applicare al proprio telaio.

Anche in questo campo, come per i telai, il mercato offre innumerevoli varianti ed orientarsi senza le giuste basi di conoscenza è veramente complesso.

Iniziamo col dire che l'incordatura si basa sulla combinazione di tre caratteristiche principali delle corde:

  • struttura
  • calibro
  • tensione

Struttura corde

Le corde naturali (generalmente parliamo di budello) sono sicuramente le corde che offrono la sensazione di gioco migliore e mantengono più a lungo le proprie caratteristiche, ma il costo elevato (sia di corde che di incordatura) le rende non accessibili a tutti.
I multifilamento sono più adatti alle rotazioni e solitamente sono più "delicati" con le articolazioni.
I monofilamento sono più durevoli.
Inoltre si possono combinare tra loro vari tipi di corde (per esempio corde naturali sulle verticali e monofilamento sulle orizzontali) ottenendo un'incordatura ibrida.

Monofilamento Multifilamento Corde naturali (budello)
- elasticità
- potenza
- tenuta tensione
- controllo
+ resistenza
- rotture
+ elasticità
+ potenza
+ tenuta tensione
+ controllo
- resistenza
+ fragile
+ elasticità
+ potenza
+ tenuta tensione
+ controllo
+ costoso

Calibro corde

Le corde che offrono maggiore spinta sono di calibro sottile e vanno incordate con una tensione bassa (la corda si comporterà come una fionda e la pallina uscirà velocemente dal piatto-corde).
Naturalmente, corde con grosso calibro si rompono meno facilmente e mantengono di più la tensione ma perdono comunque le proprie caratteristiche dopo un certo lasso di tempo.
Anche le corde montate su una racchetta con cui non si gioca mai perderanno col tempo le caratteristiche dell'incordatura.

Fine (1.18mm ~ 1.23mm) Grosso (> 1.28mm)
+ elasticità
+ potenza
- resistenza
- tenuta tensione
- elasticità
- potenza
+ resistenza
+ tenuta tensione

Con schema corde fitti (per esempio 18x20) è consigliabile utilizzare un calibro fine.

Tensione corde

La tensione si esprime in kg orizzontali e verticali.
Per esempio: una corda può essere montata con una tensione di 22 kg orizzontali e verticali, oppure con 22 kg orizzontali e 23 kg verticali.
Minore è la tensione, maggiore è la velocità della palla, a discapito del controllo.
La tensione inoltre cambia a seconda del telaio adottato dal tennista.
I giocatori dotati di grande forza nel braccio-racchetta utilizzeranno una tensione alta, così da avere un ottimo controllo e mantenere comunque elevata la potenza dei colpi.

Bassa (18kg ~ 23kg) Alta (> 25kg)
+ elasticità
+ potenza
- controllo
- elasticità
- potenza
+ controllo

 

Un'incordatura è formata da corde verticali e orizzontali.
Le principali funzioni delle corde verticali sono la durata e gli effetti di palla mentre le corde orizzontali determinano la potenza, la velocità di palla e il comfort.

Se volete scendere più in detaglio nel mondo incordature e corde potete consultare i seguenti lik:


comments powered by Disqus